Stai organizzando il tuo matrimonio, ormai il più è fatto: hai scelto la location, il menù e la mise en place, ma c’è qualcosa su cui ancora non riesci a deciderti: il tuo amico a quattro zampe parteciperà oppure no?

Sì, perché chi ama gli animali ed è così fortunato da averne uno, lo sa bene: diventano parte della nostra famiglia, ce ne prendiamo cura ogni giorno e certamente vorremmo che fossero presenti al giorno più bello della nostra vita, insieme alle persone che amiamo.

La buona notizia è che a Villa Cagnoni Boniotti il tuo cane non solo sarà il benvenuto, ma avrà tutto lo spazio per divertirsi senza pericoli e senza rigide restrizioni. Troverà un immenso prato dove correre lontano dal traffico, ciotole di acqua fresca, molte zone d’ombra e, se dovesse fare troppo caldo, una piccola sala dove potrà riposarsi e rinfrescarsi.

Ma la domanda che potresti porti è: sarà opportuno portare il mio cane al matrimonio? O rischio solo di sottoporlo a un forte stress e creare disagio agli ospiti?

E’ in effetti opportuno chiederselo: il benessere dei nostri amici pelosi va messo al primo posto in ogni caso, non importa quanto sia forte il desiderio di averlo con noi. Per aiutarti a risolvere questo dubbio, abbiamo chiesto qualche informazione a Laura, della Fioreria il Giglio.

Oltre a gestire un’incantevole fioreria creativa, Laura e suo marito Davide da qualche anno affiancano alla loro attività principale un ulteriore servizio: sono dog sitter certificati e specializzati in cura del cane durante i matrimoni e gli eventi. Chi meglio di loro, dunque, per una consulenza dettagliata sull’argomento “cani e matrimoni”?
In collaborazione con loro, abbiamo dunque creato un piccolo vademecum con 5 consigli utili per te…e per il tuo amico peloso!

matrimoni con cani

1. Conosci il tuo cane

Prima di decidere se “invitare” l’amico a quattro zampe al tuo matrimonio, considera attentamente il suo carattere e le sue reazioni: un animale particolarmente sensibile o timoroso non dovrebbe essere sottoposto a situazioni affollate. Se è questo il tuo caso, opta piuttosto per un servizio di “asilo in casa” (Laura e Davide si occupano anche di questo). Se il tuo cane è rilassato, puoi invece portarlo con te, a patto che ci siano le condizioni adatte al suo benessere.

2. Crea le condizioni giuste per il tuo amico peloso
Accertati che all’interno della location si possa garantirgli uno spazio tutto per lui, lontano dalla folla, dove possa rimanere tranquillo senza sollecitazioni continue e rumori forti. Ci sono situazioni con cui il cane non dovrebbe entrare in contatto per non spaventarsi o sovraeccitarsi. Oltre ai fuochi d’artificio, anche la musica ad alto volume, gli applausi e il vociare continuo della festa potrebbero causargli stress. Quindi un’area dove il cane possa sentirsi rilassato, e magari uno spazio verde dove farlo giocare ogni tanto sono sicuramente delle buone condizioni. In estate, è necessario che siano a disposizione anche zone in ombra, così da evitargli colpi di calore.

matrimoni e cani consigli

3. No al dog sitting fai-da-te
Pensare di dare in gestione il tuo amico a quattro zampe al cugino, alla zia o all’amico del cuore vuol dire dar loro una grossa responsabilità e non permettergli di godersi appieno la vostra festa. Soprattutto, la persona che gestisce il cane dovrà stare per buona parte della giornata fuori dalla “zona calda” dell’evento, per i motivi di cui sopra. Il servizio di Fioreria il Giglio nasce proprio con questo intento: permettere al vostro cane di essere presente al vostro giorno più bello, accudito amorevolmente e senza incombenze per gli invitati. Durante la giornata, Laura e Davide rimangono con il cane tutto il tempo, tenendogli compagnia in una zona tranquilla, facendolo giocare e correre (solo dove, e se, è possibile farlo in sicurezza), e rimanendo sempre in contatto con gli sposi, accompagnando il cane da loro per una coccola o una fotografia di tanto in tanto.

4. Cane alla cerimonia? Sì, ma accompagnato!
Spesso il servizio di un dog sitter inizia già al momento della cerimonia, se si tratta di un rito civile. Ci racconta infatti Laura che uno dei servizi più richiesti è quello di accompagnare il cane fino all’altare, così che possa portare le fedi agli sposi senza “distrazioni”: un momento che diverte ed emoziona tutti, immancabilmente!

5. Fai conoscere il tuo cane al dog sitter in anticipo
Se, come abbiamo visto, è consigliabile affidarsi a un dog sitter nel giorno del vostro matrimonio, non è meno importante che il cane e la persona che se ne occuperà si conoscano prima e magari passino qualche ora insieme, in modo che il cane cominci ad entrare in confidenza con lui / lei. Laura e Davide ci tengono sempre, almeno una settimana prima del matrimonio, ad incontrare il cane e ad avere un colloquio approfondito con i proprietari per prepararsi ad occuparsi del vostro amico peloso al meglio.

matrimoni e cani consigli

Ti stai chiedendo quanto costi assumere un dog – sitter per la giornata? Laura e Davide offrono questo servizio a 20 euro l’ora, ma è previsto uno sconto se saranno loro ad occuparsi dei fiori per il tuo matrimonio.

Non vediamo l’ora di festeggiare il prossimo matrimonio con voi e il vostro amico a quattro zampe!